13 commenti

Quello che le donne …

Ancestrale visione rimane vedere il corpo nella sua perfezione, regina sempre di un universo, il mondo non vede sempre con gli occhi della giustizia e annulla un diritto che dai tempi è scritto..

Donne che come lune splendono , cambiano e nulla ferma questo movimento, uomini che cercano i domini che tempo non hanno, vivere questo con gli occhi dell’anima,rimane una negazione, il racconto non ha fine dai tempi della creazione. Due furono creati, due furono partecipi alla pari, ma quel pari rimase al quel tempo, epoche passano per vedere un’evoluzione mentale, le donne ferme e decise rimangono inalterate ,il tempo non cambia la loro bellezza interiore, generano vita ,diritto che dona loro la divinità che non vogliono vedere alcuni uomini.

Detti e racconti hanno fatto storia, ma i tempi sono rimasti fermi, le sfide sono dovute essere battaglie per rivendicare un diritto universalmente scritto tra le stelle, tutto è un’evoluzione si disse, ma i tempi raccontarono altro e nessuno volle vedere quello che di ovvio c’era.

Uomini grandioso ebbere donne grandiose, la storia ha segnato questo in un libro indelebile. Oggi il racconto arriva  alla modernità, tutto sembra una bilancia perfetta, ma sotto al piedistallo rimane un sommerso, fatto di parole ed elogi, sotto a questo rimane un limite che ne definisce la verità, l’uomo vede l’inferiore e parla di uguaglianza,cerca come un mammifero la riproduzione, poi annega dopo l’amplesso, nel pensare alle differenze, questo è limite, che non prende tutti, ma che rimane ad oggi un’evidenza velata.

Leggi e pensi, che racconto è questo ? Semplicemente un post modernariato di una cronaca del sempre, sarebbe la mia risposta spontanea, una insopportabile  visione che odo nel sempre dei dialoghi umani, evidenze del non conoscere che se stessi, evidenze nel vedere quello che le donne esporrebbero se solo si fosse veri nell’ascoltarle, poi come sempre questo non appartiene a tutti, ma nel branco sembra il monologo d’ordine per non essere da meno, alibi mentale che si creano per non sentire parole che ferirebbero l’orgoglio.

Tutto sarebbe ascolto alla pari, se una volta uno si fermasse una attimo a riflettere sulla vita, il senso delle cose, difficile forse ma non troppo , si rimane fermi, io non dirò di appartenere a questo o quello, io dirò sempre di ascoltare l’anima e il cuore, nel vedere quello che le donne sono.

I tempi mettono sempre il predominio del mischiare i ruoli, donne che determinano il loro status e assomigliano a uomini, e uomini che parlano delle donne con il disprezzo, per poi essere lisci e cerettati dalla testa in giù, desiderio di assomigliare diventa?

La ricerca di quello che non si è , ma si vuole .. Strano direte , osservare rimane la verità di questo, inversione che inizia a mostrarsi e come dire le, donne prendono un lenta rivincita che le colloca dove per diritto devono essere poste…

Rimane un solo e unico neo, se così lo vogliamo chiamare , il manifestarsi in modo estremo, l’imporre la femminilità che l’occhio vede, ma alla fine penso, che le meraviglie vadano osservate, senza invidia e senza malizia.

Rimarrebbe logico che i ruoli fossero netti e delineati, ma senza diseguaglianze morali di alcun tipo, questo sarebbe la bellezza suprema, di una vita ,che come creata rimane , ad oggi larga sentenza rimane l’epilogo del dialogo esposto…

13 commenti su “Quello che le donne …

  1. Una bella pagina dedica alla donna…..condivido il tuo racconto!…..
    La donna è stata sempre sottoposta a un trattamento meno privilegiato di quello dell’uomo….ancora oggi, non si hanno sempre pari diritti…
    ci sono donne che ogni giorno nell’ambito della loro vita subiscono discriminazioni…..
    la libertà delle donne,non significa libertà per alcune, meritiamo tutti di vivere con dignità e di godere di libertà incondizionate…
    Buona serata Dany!
    Rosamary

    "Mi piace"

  2. Se tutti pensassero solo un pochino quello che tu hai scritto, le donne vivrebbero molto meglio, senza tanti soprusi e schiavitù, senza tante diseguaglianze e discriminazioni. Grazie
    Ciao, Pat

    "Mi piace"

  3. Ciao Daniele,
    l’ascolto, la con-passione, il rispetto, la considerazione, il condividere non solo il dolore ma anche le gioie dell’altro sono l’humus del relazionarsi
    e con tutto il cuore auguro alle giovani donne e ai giovani uomini di poter riuscire a trovare una loro incantevole formula per stare insieme più felici

    "Mi piace"

  4. Grazie a nome di tutte noi…….
    Ti auguro un buon week-end,
    Luciana

    "Mi piace"

  5. La Donna è Vita.
    Senza di Lei nulla è Vita.

    Buon Week-end
    Gina

    "Mi piace"

  6. Quante storie…!!!

    "Mi piace"

Rispondi a sonoqui Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: