6 commenti

L’infinito

Tutto ci circonda e vorrebbe raccontare, chi meglio di noi può comprendere questo, siamo e rimaniamo quello che l’occhio umano mostra, occhi che si osservano nella totale indifferenza…

Vite che percorrono alternative preposte, nel limite del sogno che abbiamo, l’arrivo alla concretizzazione di esse è toccare l’infinito, relazionarsi senza preporsi i limiti mentali, rimane successo che si consegue, nulla ferma il pensiero positivo, l’anima consapevole e l’umiltà, tre elementi che portano alla visione della luce, la speranza che non c’e’ . Molti parlano di questo ,nomi diversi per un unico pensiero. Loro hanno capito il centro dell’equilibrio umano , hanno raggiunto il punto fermo della mente nella convinzione che l’amore universale sia via unica, i limiti vengono eliminati e l’infinito è in noi, tutto appare migliore, in un sempre che non trova confini.

 -Solo in noi nasce questo raggiungimento,  siamo parte di questo e possiamo essere al centro della vita energetica –

La relazione con l’infinito: ” è via sempre della nostra ricerca personale, dell’infinito che è in noi” , frase ambigua può apparire, ma se ci relazioniamo con noi stessi rimaniamo nel limite di noi stessi.

L’infinito,  non pone termine corporale e terreno, tutto è e rimane con noi sempre, difficile dire quello che sarà dopo, che non saremo più qua, ma credere in un messaggio universale e positivo aumenta in noi la visione, diminuisce le paure e le assenze che la vita ci offre.

Poi molti diranno il loro pensiero in merito, rimane equa la cosa, ma la sostanza deve poi essere applicata alla vita che facciamo, quindi una riflessione in merito porta a rivolgere la mente, verso una prospettiva differente, l’ avvicinarsi a questo trova varie esperienze che uno può fare, intime e non protese alla libera pubblicità, evidenza che non è interesse il dimostrare ne l’apparire, è un essere e non essere, è un sentire il flusso che porta alla vera libertà e all’eden dentro un fuoco.

Troppo tempo si passa a fare domande che risposte non hanno, e pensare e ripensare alle soluzioni plausibili, solo sforzo e fatica rimane, poi ovviamente questo non è applicabile integralmente alla vita occidentale che viviamo, ma può diventare una parte importante per vivere meglio. La mente rimane sempre sotto la pressione costante delle cose che ci circondano, avvenimenti ,parole, lavoro ecc. ecc.,a questo punto una persona si pone sempre le domande, della proiezioni che il desiderio ci pone, arriviamo sempre a questo punto a complicarci la vita, siamo e rimaniamo stressati, limitati a una visione ristretta che non porta che a desiderare ,ma non ad ottenere sempre, il lasciar andare a volte e vivere in armonia quello che avviene, implica un minor fatica, nell’accettazione si diviene sempre più consapevoli, questo è un mio personale modo di vedere le cose, che mi ha portato a vivere in un minuscolo spazio che limite non trova, vedere nelle piccole cose il tutto, infinito rimane e limite non trova, questo è flusso che nelle parole può arrivare e nei cuori muovere un sentimento ,che non ha definizione , se non infinita.

Poi, io non voglio allacciarmi a frasi dette dai grandi illuminati del nostro millennio, sarebbe banale dire quello che altri pensano rimuovendone solo le parole, questo è un mio concetto, che applico  e che come una inaspettata primavera a febbraio ,ha fatto fiorire rose meravigliose, tutto può capitare se il desiderio è puro, non ostruito da una lettura illuminante o indottrinata, certo chi ha scritto determinati libri ,che io stesso ho cominciato a leggere vede la vita in maniera simile, ed esprime le sue massime che vanno lette, sono meraviglia in un mondo che annulla sempre più l’essere umano ,nella sua forma più spirituale, il pensare invece che noi siamo una fonte infinita di risorse e che possiamo rapportarci senza aver malizie ne compromessi, ne essere succubi di nulla,  avviene solo ,se in noi è l’anima e il cuore a determinare il nostro sentire, non vi sono ostacoli in questi sentori, il resto rimane un elaborare troppe possibilità, che portano a istinti d’antagonismo, appartenenza,ecc. ,l’ego diventa il padrone e noi siamo servi inconsapevoli di tutto il suo volere, limiti che danno sempre delle reazioni a cause che si potrebbero arginare, basterebbe semplicemente vedersi dentro e seguire il cuore, che non è limite ,ma è purezza, dove tutto è meraviglia.

Rimane logico pensare, che non tutti condividano questo, ma rimane vero, che uno è libero di esporre nel suo piccolo la visione che fino ad ora, lo ha portato a sentirsi libero e consapevole di quello che sente, senza coltivare più quella visione “standarizzata” che la vita aveva messo in atto, non è una negazione questa che uno si fa, è una alternativa,” io rinuncio a fare e arrivo a fare”, tutto a modo suo richiede un qualcosa, rimane personale e semplice capire questo cosa ci darà.

Io penso solo che nell’infinito mio vedere, si sono maturati i frutti dimenticati, quelli che un tempo erano la festa e la felicità di un nulla, in un paradiso reale, che non era atteso alla fine del nostro tempo, ma che era nel quotidiano di tutti i giorni, frutti che sono maturati nella mente neutrale, con un conseguire il senso che la vita mi aveva negato, questa neutralità è un coltivare un pensiero meditativo, che si pone tra il negativo e il positivo, e fluisce in un equilibrio che non viene compromesso, da quello che uno pensa e dice, io rimango umile, e come sempre descrivo un personale pensiero esposto che dono a chi desidera leggerlo.

6 commenti su “L’infinito

  1. E’ sempre un piacere leggere il tuo pensiero caro Daniele, perchè la tua consapevolezza, la tua serenità emerge da ogni parola e fa solo bene…… Buona serata, un abbraccio!

    Mi piace

  2. Ti leggo sempre volentieri……so di ripetermi, ma è così….
    Condivido appieno il tuo pensiero…..
    Penso, che non ci sia niente di più facile di vivere la vita…..
    siamo noi esseri umani a renderla difficile e complicata…
    Buona serata Dany……
    rosamary ^_^

    Mi piace

  3. Verissimo! Tutto sta nella nostra volontà………..
    se ci soffermassimo un pò di più ad osservare quello che ci circonda, forse la nostra vita sarebbe meno più trasparente….
    Buona domenica!
    Rosamary 🙂

    Mi piace

  4. Mi sono accorta di aver sbagliato…hahah ccapita! Intendevo più trasparente, senza meno….. 😎

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: