12 commenti

Il silenzio prende la parola

Il volto espone le espressioni che la mente trasmette, inconsapevoli espressioni che proteggono il nostro vivere e la parola rafforza questo, il contatto è distante ,infiniti spazi e orizzonti lontani che nascosti non fanno ammirare il paesaggio nella sua maestosità e pace.

Tutto è amplificato, rumoroso stare, il volto contorto espone il dissenso della vita, mal di vivere che sembra dilagare, commenti e parole ,sono troppo piene di questo, il perchè ? Rimane una ricerca infinita ,capillare, che non trova sempre risposte adeguate al tempo che le persone vivono.

Viandanti delle parole che esposte non trovano risposte, incontri a cercare quello che sembrano chimere infinite, poi ti accorgi sempre più, che tutto è una pura recita e come un attore vivi la fantastica esperienza del recitare insieme , tutto è bellissimo alla fine, il silenzio prende la parola e sembra una controversa esposizione, ma rimane una esperienza possibile. Solo che non è manifesta, perchè è in noi e non nella recita che viviamo, a nulla serve il raccontare questo, chi capirebbe ? La pazzia rimane la parola d’utilizzo in merito , bella e mistica che tutto dice e nulla nel millennio che viviamo, dove la normalità è sempre apparente, ma che alla fine viene sempre posta come assoluta da chi nel limite del suo vivere non sa comprendere nè ascoltare.

Il silenzio deve prendere la parola, questo è un semplice sentire, perchè se in noi vive anche solo per attimi o in eterno è meraviglia e giocare a fare gli attori rimane un non volersi mai porre a un livello diverso di nessuno, la libertà è accettare, questo è un punto fermo che si pone nel non giudicare,  nel semplice vivere quello che il teatrino della vita offre. Chi poi sente determitati concetti, è libero di pensare e dire quello che vuole, tanto nulla cambia se una persona sostiene una tesi è assurdo dire non è vero, quindi nel suo parlare ,vive il mio e il vostro silenzio, ma non silenzio che non espone parole ,silenzio che è profondo e tutto quello che verrà detto non penetrerà, rimarrà li, come una cosa priva di sembianze.

Il bello è sentirsi liberi da questi schemi , alla fine sorge sempre la domanda di come fare ad avere questo. Io penso e lo dico per una mia semplice esperienza personale, che per aver un qualcosa devi donare un qualcosa e che nulla avvenga come un miracolo  stando ad osservare la vita senza nulla fare, sarebbe semplice e complesso allo stesso tempo, ma rimango convinto invece, che si possa avere una determinata condizione solo se si parte da un principio di accettazione e ascolto di noi stessi, dove noi siamo osservatori di noi. Poi il decidere che cammino fare è spontaneo, c’e’ chi medita, c’e’ chi si immerge in forme varie di pratiche che contemplano il nostro sé, sono innumerevoli le opzioni, ma tutte non sono prive di scalate e fatiche.

Chiedersi se si avranno risultati? E’ il primo errore che uno fa, è nel non chiedersi e farlo che si accetta la scommessa e il rischio della cosa,  ma il bello è essere liberi e sereni e tutto senza uno sperare diventa quello che desideriamo. Nel tempo tutto prende forma e il mal di vivere con quelle interminabili frasi che irrompono nella mente calano e tacciono , il silenzio prende la parola, ma ripeto questo deve essere una ricerca fatta consapevolmente e non tanto lo dico perchè io possa o non possa avere questo, ma semplicemente, perchè  nessuno potrà mai prometterci di farcelo avere, e porsi nell’aspettativa annulla il tutto , rimane una semplice via dove nel camminare senza porsi troppi problemi un risultato arriva e quello che arriva è sempre un dono pieno di mistero.

Libero è il camminare senza nulla chiedersi e assente diventa la “chiacchera” che nella mente vive, perchè il silenzio ora ha preso la parola, che dicano che noi siamo ,che dicano e smentiscano, nulla importerà, noi se arriveremo a questo, saremo attori con gli attori e silenti in noi stessi e felici sempre. Non saremo assenti nel contatto della vita e nel giocare a fare gli attori in mezzo ad attori che i saccenti fanno e vogliono sempre essere oltre noi , saremo partecipi e ridereme felici, ma avremo trovato, la pace e nessuno e niente potrà toccare noi nel nostro profondo, torneremo a casa dopo mille litigate, il ligio sarà rimasto in quel luogo dove è nato, non sarà con noi e in noi. Questo è quello che spiega “il silenzio prende la parola”, un semplice vivere dove noi siamo liberi e sereni e la felicità non ci viene portata via ,perchè in noi ha messo radici forti ,quindi rimane ed è perpetua.

12 commenti su “Il silenzio prende la parola

  1. Bello è donarsi senza nulla aspettarsi…
    Ho sempre cercato ( in quanto umana) di indirizzare i miei passi in questa direzione…
    C’è però una cosa che mi angustia … spesso l’altra parte nonostante tutti gli sforzi non lo recepisce… anzi ti annienta…questa la chiamo vigliaccheria, cattiveria…
    Buona serata Daniele 🙂

    Mi piace

  2. Si cerca il silenzio per trovare il nostro essere profondo, perché ne affiori la voce e possa esprimersi e affermarsi come verità ed esigenza di coscienza…..
    Notte Daniele!
    Rosamary… 🙂

    Mi piace

  3. Condivido Daniele……..ho appena iniziato un cammino, i miei passi sono lenti…. una grande forza mi spinge ad andare avanti….nella mia ignoranza più totale,,,voglio capire!….voglio creare spazio nella mia mente, e imparare ad ascoltarmi…..so bene che la cosa più importante è la consapevolezza…
    “Il silenzio è quello che porta alla pacificazione e di arricchimento del cuore”…
    Daniele,so che non vuoi ringraziamenti….ma io, del tuo sentire,(di questo dono) ne faccio sempre tesoro!
    un sorriso 🙂 ciaooooooo
    Rosamary

    Mi piace

  4. E’ quello che sto facendo………..di una cosa sono sicura, che da quando mi ripeto in qualsiasi momento della giornata…”che oggi sono felice”, beh…sono felice!…
    il perchè? non me lo chiedo….sono felice e basta!
    Ciaooooo Daniele………..
    Rosamary

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: