7 commenti

Amami

Amami, per quello che sono, forse il non perfetto che tu volevi ,forse il mio volto non vive nel sorriso..
In me c’è amore e tu se vorrai sarai nel mio cuore.

Il tempo ci ha fatto conoscere nel mondo che correva, io giovane senza nulla di particolare viveno nell’incanto dei sogni e tu donna bellissima era la regina delle mie visioni. Mai potrei immaginare di essere qualcosa per te, forse sei inarrivabile, tutto è lontano ad oggi.

Le riflessioni del giovane erano canti nel suo cuore, l’immagine di quella donna erano penetrati in lui. Era stata una semplice visione in un frangete della vita che lenta scorreva , ma lui aveva notato lei era rimasto gelato dallo sguardo, freddo e penetrante. Distanze nelle sue sensazioni che sembravano evidenze, lei non aveva volto per lui, lei era farfalla dalle ali dorate che si posava e non si faceva avvicinare.

Lui ,il giovane era rimasto notti a cercar la via ,tutto quello che lui voleva era un contatto e il suo cuore era pieno dell’amore per lei. Ogni incontro nella sua casualità sembrava l’istante di quel contatto, non vi erano segnali e parole, ma lui viveva nell’amore e la speranza era piena di questo. Sensazione dell’amore che pervade i sensi ,tutto è luminoso e veder la donna che lui ama e non conosce, il profumo che lei indossa inebria i sensi ,musica nella mente come il risveglio della primavera con le sue fioriture.

Troppi i momenti nel pensiero celestiale che in lui dipingevano questa storia d’amore e poco il coraggio di manifestarsi. Avrebbe desiderato un gesto e mai avvenne , lui come tutti voleva il segnale e invece era il mistero in quella donna a renderla diversa.

Ostinato nel suo sognare ,ostinato nelle sue paure, pensava che avrebbe mai detto se lei avesse rivolto a lui una parola. Tormenta che accendeva in lui domande,domande e ancora domande e il sup cuore era gonfio d’amore, parole che pensava , odi a cantar quello che la sua purezza di giovane avrebbe dato in quel istante del contatto. Ma tutto era fermo in quel pensiero che volava nella linea di confine tra il sogno e l’ardire la donna misteriosa.

Nel giorno che stava per segnare l’estate ormai calda che alle porte faceva sentire il suo calore , lui nel suo pomeriggio solito, incontro la donna che tanto aveva sognato. Fu un incontro diverso, non c’era la folla del luogo o rumore, erano in un parco. Alberi a rinfrescare la giornata calda e penombre a render le figure quasi magiche, una leggera brezza soffiava era l’incanto. Lei seduta su una panchina ,sorridente come lui non l’aveva mai vista ,dolce come se sapesse del cuore che voleva manifestarsi; lui esito,nella mente era vuoto delle mille parole che aveva pensato nel tempo, le forze sembravano non esserci, ma stava camminando verso lei e questo era il momento che non era nel pensiero ma era sospinto dall’amore. Arrivo di fronte a lei , il cuore pulsava ,era in gola a strozzare le parole che avrebbe detto, lo guardo fisso nel volto della donna che con un sorriso illumino il sole che sembrava irradiarsi da quel momento. Tutto era luce e tutto era magia.

Lei lo guardo e con uno sguardo dolce disse: –  amami , per quello che sono, amami per quello che tu hai sentito , amami e non essere che te stesso – . Lui di tutto quello che aveva pensato non trovo nulla , trovo semplicemente l’amore corrisposto e non fece in modo  che  in lui la domanda prendesse la parola. Non era più tempo delle parole tra lui e  lui, era il tempo che il suo cuore parlasse e il suo cuore aveva già parlato senza che lui lo avesse mai sentito. La donna del mistero aveva sentito o forse rimarrà un mistero..

La fine delle parole di lei misero lui a fare il gesto e abbraccio lei , la strinse forte e lei si abbandonò a questo, aveva sentito e visto la purezza di un amore, non fatto di parole e lusinghe ma di cuore,sentimento che raggiunge tutto e del tutto fa la voce che penetra senza che il rumore sia sottofondo. Questo era stato, ma come in tutte le fiabe dell’amore il tempo doveva dire la sua, l’attimo perfetto che nessuno può chiedere ma che il fato fa accadere nell’arcano dell’amore che vive in noi .

7 commenti su “Amami

  1. E’ una storia d’amore bellissima… :)come quelle che non esistono più…

    Mi piace

  2. Sono d’accordo con Fata…………meravigliosa questa storia d’amore….e come vivere una fiaba….quello che dura per sempre e mai scemerà…..
    Avrei voluto vivere un amore così…. un amore infinito!…..Forse sbaglio, ma voglio crederci ancora…….nell’attesa mi nutro del mio amore…
    Notte DANY……..
    ROSAMARY

    Mi piace

  3. Ciao Daniele vengo a leggerti spesso e vedo che il mio consiglio è servito tu scrivi e tuoi scritti ci sei buona giornata

    Mi piace

  4. e nei tuoi (sono sempre sbadato)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: