13 commenti

Vertigini

Oscilla,

lo sbandare, gesti nel cercare,

sostegni di equilibri,

precari,

l’altezza della vetta, dove ora sei.

Vertigini,

del vuoto che vedi sotto te,

non tremare,

adesso,

segui il volere che fino a quassù ti portò.

Respira, senza affanni,

lo sai, è un passo ,

alla libertà, merito del tuo dolore che nel cammino ,ti fa rinascere.

Vertigini di gioia , nel sentire la vetta.

un passo ancor,

sei al confine..

13 commenti su “Vertigini

  1. Mai rinunciare! Buon fine settimana Daniele un abbraccio! 🙂

    Mi piace

  2. Metaforiche “Vertigini” dove il pathos del sensibile poeta, si affaccia in ogni singolo passaggio, per trasmettere sensazioni di smarrimento, di vuoto e di realizzazione di ciascun recondito “bisogno”, allo scopo di confinarsi in quell’inafferabile “libertà di tempo” scandito da un’anima pensante, che, è divenuta il contenitore di ogni sua criptica emozione e percezione . Una pubblicazione straordinaria e veramente splendida. Ti lascio i miei sinceri complimenti e ti auguro una felice giornata. Un saluto estivo da una Crema assolata e afosa.

    Mi piace

  3. Meritato confine ….. tra il sogno ed una diversa realtà, la Vita …..
    Grazie è bellissima 🙂

    Mi piace

  4. 🙂 … chissà quanti passi devo ancora compiere io… per tagliare il confine… cmq a me non importa a volta l’attesa è ancor più bella del famigerato traguardo…
    Bellissima poesia! Complimenti!
    Un abbracciooooo
    Fata scalza

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: