Lascia un commento

Il burattino.

Nel cassetto riposto,
vedi il gioco della tua infanzia,
stoffa e fili nella sagoma che si muoveva,
al tuo comando.

Troppo tempo,
è rimasto in quel cassetto buio,
ora senza perché appare,
il momento porta alla verità.

Sei grande,
nel tuo esser bambino,
la giacca e i pantaloni son solo la facciata ,
del tuo esser servo di te stesso.

Elegante ti sei visto,
il burattino fatto pezza ,
umile nel suo stare ricordi alla mente,
in sembianze diverse; la tua vita ora…

Lui era ombra del tuo muover fili,
tu sei ombra del tuo esistere ,
senza esistere veramente,
lui era lì e dopo tante storie che tu creasti con lui,
lui ora racconta la sua storia in silenzio.

La storia è breve,
il finale è semplice,
tu sei mosso da fili,
del tuo mondo immaginario ,
fatto di tutto e nulla,
come puoi non capire…

Il finale,
è cambiare,
il burattino rimane nel suo cassetto impolverato,
tu cosa sarai domani ,
quando il cassetto per te sarà sempre aperto……..

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: