4 commenti

Attimi di Eros

Anche l’anima brucia , la passione non conosce un tempo o le buone maniere. Lei arde e tu tocchi le esperienze di vita , per essere ciò che sei ora. Eros .
La vita è lunga , molto lunga . Il ricordo mi porta al passato, un tempo diverso da oggi , lo spirito si plasma attraverso la carne e, della carne esperienza devi fare. Devi sentire il pulsare della vita, della perversione , del sesso crudo e netto. La vita scorre e tu arrivi a ciò che sei, ma hai un passato bastardo e vero, nudo e crudo , lo hai non dimenticarlo .
ATTO primo
Erano i tempi delle discoteche , di quelle ricerca esasperate di vita e sesso. In una notte tutto o nulla , come se un domani non ci fosse. Ormai è l una di notte, la musica sbatte nel cervello , i fumi dell’alcol alzano e abbassano i pensieri . Tutto è colmo, persone che si agitano e mischiano , persone , donne e uomini . Forme e colori , ogni sessualità attende di esplodere alla sua verità , vuole esistere , vuole godere , vuole essere libera in quella notte . Tu sei giovane e troppo inesperto , fai l’uomo ma dentro non lo sei. Sono gli anni 90 tutto è vissuto alla notte e all’alba la normalità ritorna . La musica è forte in sala , e tu bevi , disdegni le droghe solo perché timido perdere il controllo . Non temi i danni , ma la paura di cosa accadrebbe se non fosti lucido . L’ambiente si anima in salire , si mostra , donne che ballano e uomini che ballano , sguardi e baci. Le lingue iniziano a muoversi nelle bocche della gente , il tempo a passa e tu balli in disparte, osservi lo spettacolo , una orgia di vita in atto, il tempo passa e tutto cresce . Le persone ballano e bevono e … Poi il tempo avanza e vedi uomini con uomini, donne con donne , baci e carne , carezze e ricerca . Etero tranquillo di tutto questo, e tu fermo immobile in un angolo . Bevi e ti sciogli , e inizi a fluttuare nel viaggio, che di una notte sola vive . Ti ritrovi ancora in un angolo e due donne si stanno amando . Tu osservi, ma non vorresti bloccarti così ad osservare , li bevi ancora e i freni sono sciolti . Ti accendi sei in fiamme , e inizi a danzare senza soste e osservi le due donne . Loro ti notano e ridono , poi ti prendono tra loro, come a voler cullare questo inesperto ragazzo della notte . Il gioco prende forma , i tuoi sensi impazziscono e loro godono in questo. Loro giocano , so toccano e si leccano, in una totale libertà come se in quel perimetro non ci fosse nessuno . Ma in quel perimetro c’è un cosmo intero , che non da peso che alla sua trasgressione ,al suo viaggio ,alla sua libertà . Il gioco si scalda e non sai come ,le tue mani toccano le due donne , esplorano a piacere i loro corpi . Loro esplorano te, leccano la tua pelle e ridono e danzano , con una bellezza unica . Tu sei in estasi adesso, tu pulsi , tu vuoi fottere adesso. Il tempo scorre e dentro te stai impazzendo , non trovi il senso al domani vuoi essere in questo per sempre . Le ore di fanno piccole e fuori albeggia . Loro le due donne che non sai chi siano ti invitano a una festa privata a casa loro. In te non pensi , lo vuoi ed esci con loro dal locale . Ti ritrovi in una villetta nei paraggi,non sai nemmeno tu dove sei in realtà , sei fatto dall’Alcol e voglia di sesso. In casa il gioco è veloce , non so perde il tempo delle presentazioni . Siete nudi in tre in un letto. Loro giocano e si baciano avidamente tra le gambe , tu osservi, pensi che sia un sogno , ma è realtà . Ti prendono in mezzo e iniziano a leccanti ovunque . Il tuo pene subisce leccate a due , un sogno , una magia , poi la voglia di scopare è troppa e una inizia a fotterti mentre tu sei sotto. L’altra gioca con l amica la lecca e lecca dove i vostri corpi stanno unendosi. Magia e follia , sesso puro ,estasi interiore . L’amica libera vuole godere anche lei, e mette il suo sapore profondo nella mia bocca, io bevo e Lecco senza pensare . Ormai sono dentro al manicomio orgasmico, come potrei sottrarmi. I giochi si invertono e la ragazza libera vuole essere presa da dietro , un no non può esistere , affondo in lei la mia voglia e lei geme, era colma voleva godere , ormai non ho regole e mentre scopo la ragazza le mie mani scopano l altra , che intanto bacia e lecca entrambi . Anche io desidero venire , non sono che colmo da ore di giochi . Ma tra le due trovo una preferenza e lei se ne era accorta . Bella mora, dolce e forse a aveva speso più parole . Lei vede il mio esplodere imminente , mi toglie il preservativo. L amica si ferma , vuole solo vedere lo spettacolo finire a questo punto. La mora mi mette a sedere sul letto e si inginocchia , inizia a divorare il mio pene, è avida e con le parole nettamente esprime che, vuole il mio piacere in lei, in bocca , dopo poco esplodo. Il cuore batte così forte che penso che non regga . Tutto finisce . Ci troviamo giocosamente nella vasca da bagno, enorme tonda , sono le nove del mattino , incredibile . Giochiamo e beviamo ancora come se tutto fosse naturale . Ormai accenno a voler andare , e loro mi salutano come un amico da sempre . Salgo in macchina e parto, adrenalina a mille , nemmeno il sonno mi fa spegnere . Un ora di viaggio , sembra un mese , mi ripeto che è incredibile tutto questo . Il tempo passa e arrivo , prende la fine un altra serata di tante …..

Annunci

4 commenti su “Attimi di Eros

  1. Wow, letto tutto d’un fiato, cosi incalzante, mi sembra di aver visto un film hot niente male 🙂
    Mi piace molto questo racconto, non so quanto ci sia di realtà, fantasia, o ricordi biografici. Ma che importa. Abbiamo tutti desiderato almeno una volta nella vita un’esperienza al limite. Abbiamo tutti avuto 20 anni, e concepito la notte come non ci fosse un domani. Una notte di sogno e magiche perversioni…
    Spero di leggere un seguito.
    E allora notte sia, e sogni dei bei tempi.

    P.s. la progressive anni ’90 riusciva ad eccitare come pochi 😉

    Mi piace

    • Hahah ci sarà un seguito , ma non subito. Di vero molto direi perché parlo di me , tanto di me non faccio più mistero, ovvio enfatizzo e non metto parole troppo.. Perché non amo questo, il 90 per l esattezza 92 ma vabbe poco conta . Comunque visto che provo a scrivere , mi sono detto che male poi c’è a mettere un po’ di reale vita, in mezzo a reale vita del qui e ora. Alla fine per essere ciò che sono ( nulla di che poi) ho vissuto molto. 🙂 grazie del commento almeno qualcuno che scrive .. C’è . 🙂

      Mi piace

  2. Nel 92 giocavo ancora con le barbie, ma ti posso assicurare che nel 2000 ho assaporato pure io l’ebrezza della notte in discoteca :P. Sembra una vita fa..davvero, non ero che una ragazzina spavalda e sprovveduta…Ma oggi ringrazio di aver fatto anche questo tipo di esperienza, in cui mi divertivo, mi lasciavo andare, senza per forza sballare con droga o eccesso di alcol. Ci sono tanti trentenni-quarantenni e forse più, che quella vita da ventenni o giù di lì, non l’hanno assaporata, e la cercano ora, che – non dico sia troppo tardi, ma – non è più il momento per certe leggerezze.
    Questa la mia opinione, poi ognuno è libero di fare, lasciarsi andare e provare ciò che vuole, sempre nei limiti della propria coscienza e senza ledere mai le altre persone. 🙂
    buona settimana di ferragosto!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: