Lascia un commento

Il senso che si perde

Amarsi , amare , sentimenti esplosi in una arida realtà . Il senso è perso, disperso e volutamente evitato . Il senso d’amare inizia dalla totalità di noi , come un centro ritrovato in una stanza senza pareti.
Esiste prima o poi quella persona che ci rende folli , siamo innamorati e l’amore stesso è follia vera . Entriamo in lei , in quelle stanze dove vogliamo il privilegio di essere unici. Avviene e scompare questo, perché in una dimensione infinita, noi siamo con delle pareti. Le anime si sfiorano, e poi svaniscono . Le anime si fondono quando siamo aperti e nudi, e tutte le pareti sono abbattute.
Amare è una cosa grande , rischiosa e per pochi . Tutti credono che amare sia semplice , perché il sentimento muove ciò che noi non faremmo mai. Ma quando, entriamo in punta di piedi in qualcuno , dobbiamo avere il coraggio di essere sostanza invisibile ed estesa . Il rischio crea l’amore , la certezza crea la fine. Non c’è nulla di più certo che due persone che escono da ogni tempo, ed in un mare profondo si immergono senza sapere ad ogni roccia che sia quel che dopo vedranno. Io cuore non vede con occhi terreni , non ha una visione di forme e certezze. Il cuore pulsa tra sangue e amore , vive per l’incertezza terrena inattesa della certezza divina: amare.
Il senso che si perde, a volte fa male a volte bene . Il punto di vista sta al centro, come una libera decisione cambia ogni evento della vita .
Il questa vita quante ne vedi e senti, poi leggi di amore , morte , vite finite in nome di sentimenti . Il senso è perso poiché il coraggio è assente . Limiti nella mente come giudici di noi . Credo in una regola unica : amare è perdere il senso di ogni distanza, di ogni regola , ed eleva il valore della vita al di sopra di ogni persona . Solo due persone che abbattono limiti avranno la possibilità di amarsi in una estasi totale . Non avviene l’amore nelle regole e nelle virtù , quello è il surrogato moderno . Quello creato per colmare i vuoti dei deboli , quello che leggiamo nelle storie . Chi avrebbe mai potuto descrivere l’amore se non una persona sola? Nella solitudine quando tutto è vasto e non legato a nulla si ama perché c’è amore . Questo accade anche tra le persone che decidono di osare se stessi per entrare in un’altra persona come due flussi diversi che ad un tratto si fondono in una corrente sonora e invisibile dando vita all’amore . Quella indissolubile sensazione che di due crea l’uno .

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: