Lascia un commento

Il richiamo

Abbiamo già vissuto questo, in un epoca diversa, eravamo ciò che oggi esiste in un richiamo che non puoi frenare .

Di quanti secoli siamo già stati partecipi , nonostante non possiamo averne memoria. Di quanti volti eravamo i protagonisti , gli interpreti veri ? Ebbene ogni qual volta la sensazione di aver già vissuto qualcosa ci penetra , abbiamo solo avuto una memoria che va al di là di quella cellulare . Una memoria che non vive in uno spazio definito , ma che esiste . Perché prima di essere “carne” siamo siamo sostanza invisibile , anima immortale , spirito sacro in un universo infinto , quantico . Abbiamo già visto scene, occhi , sensazioni che non possiamo fermare . Il senso del “vissuto” è forte , perché nell’eterno che ci appartiene la mappa dell’universo ci fa ricordare . Una traccia sensitiva in una oggettività inspiegabile .

Il richiamo , la semplice spiegazione mancata a ciò che sentiamo e vediamo . La logica che si estingue davanti a qualcosa di più grande . Poiché l’immenso che ci circonda è troppo vasto per farci capire . Quando ogni logica cade, e la prigione mentale si apre , noi “siamo” . Siamo la vita stessa senza fine in un ritrovarsi in qualcosa che era, in un oggi che non ci ferma, ma che ci fa creare e crescere , amare e cambiare , senza perdere e senza vincere, siamo noi in contatto con noi stessi. Siamo ricettivi ai segnali che arrivano . Siamo aperti e tutto è l’insieme perfetto di un universo dove il tempo non esiste . Quando usciamo dallo schema logico , entriamo nella mappa universale , dove eravamo qualcosa che poi ritroveremo , perché ci lega a fili invisibili , perché ci spiega senza aver letto, perché ci fa mutare senza averlo chiesto. E altre mille volte accadrà , perché non c’è fine in un sistema che non ne ha: l’universo .

Seguiamo quello che non possiamo frenare , come una discesa che per forza di inerzia ci spinge sempre più veloci , e anche quando la strada si appiana continuiamo ad andare senza far nulla. Perché quando cadono i muri oggettivi , la concreta sensazione che possiamo dare un senso logico a qualcosa , arrivano le spiegazioni più profonde . È il senso dentro ad ogni controsenso terreno , è il nuovo inizio laddove tutto era caduto . 

Abbiamo già visto ciò che vediamo , amato ciò che forse vorremo amare, siamo stati e abbiamo già conosciuto . Stiamo solo ritrovando ciò che deve essere. Il destino non è casuale , non è una fantasia mentale che tutt pensiamo. Il destino è la strada di una memoria assai lontana verso un Luogo infinto , dove noi camminiamo , dove noi possiamo anche rifiutarci, ma che comunque non possiamo sfuggire . Perché siamo legati a qualcosa dove la scelta è l’onda dell’oceano , andarci insieme o contro. Andare e navigare o annegare . La vita di per se è questo , un moto perpetuo in un orologio infinto . Allora non serve farsi molte domande , serve vivere , amare , serve essere esistenziali , perché in un modo o nell’altro ciò che siamo e saremo è già scritto . Si dice : le scelte modificano gli eventi , è vero . Ma la scelta di per se , modifica un evento che all’origine sarebbe comunque arrivato , perché legato a noi . Possiamo posticipare un evento , ma non possiamo escluderlo . Perché in una epoca diversa è stato lasciato incompiuto e lo ritroviamo . Abbiamo lasciato ciò che a noi tornerà , per renderci eterni in una scalinata verso il “tutto”. Siamo parte di un qualcosa che pulsa insieme a noi e, nella nostra piccolissima parte partecipiamo a rendere vivo il mondo intero . Siamo connessi senza un tempo vero a qualcosa che vive perché noi tutti siamo e saremo e siamo stati . Come tale ogni nostra esperienza lasciata tronca deve trovare la giusta via . Se abbiamo amato , ameremo quella persona che a noi arriverà e se non vivremo , lo ritroveremo . Abbiamo un richiamo che va al di là di ogni logica , è un senso dell’anima è una unione cosmica . È la destinazione a noi concessa che creerà la vita ancora . E quando questo accade capiamo attraverso il “sentire”, che l’altra persona è viva in noi . Poiché questo legame è fatto da un tempo senza un origine: è nato per essere unito e si unirà , perché darà un senso alla vita totale dell’universo . Darà la vita , darà linfa , darà energia che scorrerà attraverso ogni singola cosa esistente . Perché ogni singola cosa esistente è interconnessa l’un con l’altra , in un ciclo infinto . Tutto deve generare e tener vivo ciò che non può finire . 

  • Quando comprendi il senso di un sistema universale , per quello che a noi è concesso sentire , sei ciò che devi essere e quel richiamo trova un senso . Perché il senso di ogni cosa è già stata iniziata in un tempo lontano per ritrovare un senso terreno che ci riporti nell’infinito . Noi siamo le stelle, gli alberi , l’acqua , noi siamo essenza purissima in una forma animata ma che al contempo si lega al tutto . 

Sarebbe semplice pensare che tutto questo sia follia , ma forse la follia vera è ben altro . Tutto dipende in modo relativo a quanto noi siamo presenti in ogni nostro gesto, in ogni cosa che osserviamo . A quanto siamo ricercatori di una verità più grande ad ogni istante , sapendo che per ogni verità un istante dopo c’è ne sarà un altra . Tutto prende forma da quanto vogliamo percepire , escludendo la logica , purché utile e giusta ma che limitata resta . Perché un “sentire” non ha una forma matematica e schematica , non ha una traccia certa , è un frammento di un puzzle infinto , un tassello potremmo dire con una forma espandibile . Dipende da noi questo espandere. Perché spingersi a percepire significa perdersi in un sentiero non tracciato , anche se solo apparentemente . Un sentiero già formato che in piccoli sentori interiori arriva e c’è sempre stato , che in tracce di memoria inspiegabile si mostra . Ci può stravolgere , poiché chi accetta questo accetta cambiamento . Ed è noto che il cambiamento disorienta .

Esistono infinite possibilità si dice, è vero . Tra queste quelle destinate a noi , solo il prodotto consapevole e non delle nostre scelte . Le scelte consapevoli sono la nostra presenza vera , il legame in un giusto equilibrio tra cuore e mente . Un Unione forte che ci connette all’universo e come tale ci permette di essere ciò che di meglio siamo . Ci permette di camminare in un sentiero già scritto e di proseguire all’infinito essendone partecipi e presenti . Quelle non consapevoli appartengono alla mancata presenta di noi qui e ora , ma che che nonostante tutto ci trascinano sempre nella medesima strada . Con la differenza che ad ogni evento avremo la paura a farci compagnia , avremo lo sforzo di doverla abbattere e comprendere . Ma in tutti e due i casi saremo nel destino e nel suo richiamo .

Il richiamo è il movimento all’origine , se di un origine ipotetica vogliamo parlare . Perché se l’universo avesse un origine definita potremmo pensarlo . Il richiamo è come l’istinto , non lo fermi , non lo nascondi , lo reprimi ma torna amplificato . C’è un perché a questo , un perché troppo grande che divora la mente e la sua severità logica che limita . Rimane vero, che dominare la mente è complesso , ma in quel momento che ti abbandoni , che cadono le barriere , qualcosa di miracoloso avviene . 

Questo rimane un mio pensiero, un mio vivere e non una verità certa , è tutto molto relativo in un modo che vuole opzionare tutto . Che al contempo però da ancora la libertà di espressione in pensieri sparsi , tra chi esterna e chi vuole pensare tra se e se . Non è un dovere di cronaca , ma una libertà di chi sperimenta e  trasporta la sua esperienza scrivendola. Forse un domani saranno sempre più le persone che entreranno in se stesse e vedranno quale profondità e in essa cosa ci sia . Vedranno come attingere a questa “libreria” infinta di conoscenza , senza aver letto più di quel tanto . Sarà una sfida , forse una piccola provocazione per creare una curiosità . Quel che è certo deve essere provato , come tutti i giorni vediamo qualcosa di nuovo , perché quando esiste di tutto e di più , quel che pensi che possa mancarti è in te , in questa bellissima persona , in quella sua profondità e che in un remoto angolo di essa, c’è una magia immensa .

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: