Lascia un commento

Vincere nella verità 

la verità va vista, vissuta , resistita , è un atto di resilienza pura. È un atto d’amore grande , è il volo del gabbiano libero che non teme tempeste . 

Volevo vincere e tacevo, dentro me un labirinto di parole che si incrociavano in dialoghi tra me e l’attore che volevo immedesimare , una ricerca di ogni possibile alternativa che mai sarà come dovrebbe essere . Volevo essere unico , avere i soldi , fare ogni cosa senza rendere conto a qualcuno o qualcosa , era il sogno che volevo . Mentivo a me stesso per ingannarmi un po’ , avere un po’ di torpore fa sempre soffrire un po’ di meno, anestesia locale che piano piano ti prende fino al sonno . Il buio poteva non farmi paura, ma la gente al sole mi impietriva , e io volevo essere vincente . Presi coraggio , un respiro profondo come l’abisso più scuro, e cominciai a ribellarmi dentro me stesso, a dire No. Perché il no è coraggio , il si dipende molto , ed è vero che il no è pure impulso che tutela , ma nella consapevolezza della verità che volevo per raggiungere ciò che ad oggi sono era il passaggio obbligatorio .  Non c’è stato mai un risultato immediato , quello lo raccontano per  farti credere che tutto sia così semplice . Certo, chi vorrebbe mai lottare nella vita . Vincere è verità in ogni tuo gesto che io stesso ho già fatto a modo mio. Tu stai pensando mentre ogni azione sfugge , io agivo e pagavo il conto . Poi tutto è cambiato perché i conti li pagavano chi nella loro finzione aveva avuto qualcosa mentre io fedele alla verità avevo sentito fin troppo l’amaro. Ma è così che si inizia , è così che si realizza qualcosa . Diventa inutile essere fedeli a chissà che , se non si è fedeli a se stessi e alla verità della vita . Ogni tanto qualche colpo ti ferisce , qualcuno se ne va , non è un male è un privilegio . Perché se tutti ci difendessimo nessuno avrebbe voglia di lottare per alzare il collo oltre alla coltre di fumo di pensieri , fatti, che poco ci rappresentano . Un atto d’amore inizia se,ore con una follia al vuoto , lanci un sasso e chissà dove finirà e se mai lo ritroverai . Se la lanci la sfida alla verità lei ti prende a schiaffi , poi ti accarezza per sempre . Non sempre lo si vuole , forse io la cercavo perché al limite del mio mondo cadevo e non mi rialzavo. Ormai è normalità la libertà della verità che espongo , si ovviamente , relativa . Ma in quella relatività come in gioco non sono mai sotto scacco matto, detengo nonostante tutto la mia felicità di sostenere ciò che sento , ciò che dico , e questo non ha un prezzo è l’assoluto .

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: