Lascia un commento

Il canto

Il canto

Erodo pareti ,
con il mio urlare,
distorto e assonante,
senza strofe da intonare.

 

Mondo che rincorro,
con il canto,
che stonato rimane come l’immagine di una speranza,
che nessuno concede.

Canto,
senza pensare,
tutto è contro,
canto,
come un urlo al buio,
dove tutto rimane nascosto.

Il canto rimane segnale,
che nessuno vuol carpire.

Rincorro,
e non mi fermo,
indietro non c’è visione che del vuoto,
avanti il nulla a sconfinare.

Mi perdo,
e rido ,
io canto e tutto gira.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: