Dove noi riponiamo un fiore vorremmo vedere un giardino bellissimo , così è la fiducia .

Fiducia data e ricevuta , più ne dai più ne ricevi , così si dice . In un grande recipiente mettiamo un qualcosa di speciale, una parte di noi , quella più sensibile m quella collegata al cuore con un filo rosso diretto . Noi diamo una parte di noi a qualcuno , senza a volte attendere niente, solo perché le nostre sensazioni sentono che questa nostra intima parte debba essere riposta come un seme in qualcuno . Diamo fiducia a pelle, forse nella vita ci vediamo vogliono però più “palle” che pelle , tutto è così relativo … diamo un seme prezioso di noi a qualcuno che in attimo potrebbe gettarlo al vento . Dietro a tutto questo ci sono solo parole , inutili parole , il seme della fiducia al vento germoglierà altrove se non verrà ritrovato in quel groviglio di parole e riposto in un cuore che batte , che si pente , che dimostra che ogni errore è solo la condizione di un attimo e non un movente fatti di errori altrui .

Le persone piccole cercano sempre giustificazioni quando la fiducia va nel volo dell’ignoto, le persone grandiose cercano di mostrare fatti , creano da un errore un solido senso di appartenenza , sono chirurghi di quelle ferite che nell’anima si aprono quando la fiducia viene tradita . Tutti possono cambiare perché nulla è fermo e nessuno decide di essere ciò che non vuole , abbiamo un destino, un carattere , un modo di vedere il mondo , abbiamo anche il potere di ricucire il dolore .

Quando qualcosa viene rotto non sempre si getta , eppure c’è chi pensa che solo il nuovo compensi un qualcosa che forse doveva essere e inciampa in un momento del nostro percorso , ci vuole coraggio nelle vene , forza nelle spalle , un cuore che a,a davvero e tutto può essere ….

fiducia , una strana parola semplice legata ad un complesso mondo interiore , dove le persone banali credono che sia semplic costruire la fiducia e spesso la pretendono perché sentono che non averla sia un vincolo , c’è un vive di azioni e ben poche pretese . La fiducia a pelle è superficie perché la senti ma non è dentro come noi pensiamo , la fiducia riposta quella che lentamente cresce quella è dentro, ha chiesto tempo, fatti , dolore , parole e abbracci , si è creata in un percorso forse tortuoso, ha esaminato , pianto , riso , compreso molecole di vita dietro a veli di fragilità nascoste . La fiducia è creativa , è creazione , procreazione di un noi più grande . Non è semplice spiegare dietro ad una parola che mondo esista , c’è chi minimizza , forse perché non si è mai sentito come chi vede la propria fiducia riposta gettata al vento , coperta da bugie , da parole non dette , da comprensioni a senso unico . C’è una grande verità raccontata dallo Zen : il più grande atto Zen è stare insieme , l’insieme di due persone che vogliono un qualcosa che vada oltre un IO E DIVENTI UN NOI.

Non serve tapparsi gli occhi davanti a una verità unica , perché la fiducia è unica nel suo genere e grandiosità .


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: