Lascia un commento

L’arcobaleno 

Se c’è un raggio di sole ammiralo solo un istante e poi, vivilo.Ricorda ciò che vivi non muore mai, ti sei mai chiesto dove finisca l’arcobaleno? Non svanisce sai , si mostra al finire di ogni lotta e poi da colore infinito alla vita quando qualcosa la offusca , la stravolge . Si non svanisce mai , da colore ad ogni angolo di grigio e non si fa ammirare per molto , ti dice : seguimi e vivimi , vedi c’è così tanta luce e colore che solo noi vivremo l’indomani di ogni nostro temporale . 

Non ce ne sono di paure in quel suo nascere tra una lotta del bene e il male , si vedi tutto ci somiglia così tanto . Eppure la distrazione fa resistere il grigio della vita , mentre l’arcobaleno si mostra socchiudiamo un po’ gli occhi per sognare e non gli diamo la mano per seguirlo. Lui si mostra e tende la mano , ci vuol portare via da questa nostalgia come se, volesse salvarci . Ma noi ammiriamo senza tendere la mano e lui scompare . Ritorna a dar colore alla vita , da spazio al sole alla sua luce ed è lì che sembra sempre passare tutto . Poi piove anche domani , in un autunno troppo lungo e tutto si perde di nuovo , lui si mostra e ti chiede un ballo , vuol farti sorridere davvero , accompagnarti via da tutto ciò che fa male . Si c’è magia d’istante , in frazione di secondo che potremmo prendere e cambiare a nostro favore in quel grigiore della vita , ma nulla , si attende il sole che un po’ ci accieca di false speranze . Il colore ci fa dipingere e la luce ci mostra l’opera , noi possiamo riprenderci l’arcobaleno e con lui vivere . 

Lascia un commento

Non c’è 

Ne tempo ne luogo , senza ritorno in un confronto , specchi di noi , infranti.

Non c’è dolore in una morte irreversibile , quando siamo parte di una medaglia che gira, respira e si calma nella verità .

Non c’è orrore alla fine , punti d’inizio al confine di un limite di logiche inutili di sforzi davanti al nulla.

Mi rilasso senza un perché , non è rassegnazione , è scuola di vita senza lezioni in aula .

Eppure se non restasse nulla sorriderei non c’è o c’è ,  ci sono già distante con le gambe in un luogo e l’anima altrove . 

Lascia un commento

I dannati 

Nessuno sarà dannato se in vita avrà vissuto nella retta via della libertà bruciando ogni traccia della propria fantasia senza usare la vita altrui . 

Ogni idea cadrà da se come il frutto maturo dall’albero che al giusto momento si stacca dal capezzolo materno per dar vita alla vita .

Ogni dogma verrà cancellato poiché ogni confine è umano e non è che un immaginario fatto di parole vuote come un mare senza pesci che non nutre più nessuno e fa incantare troppi .

Ogni senso dell’amore avrà luce perché la luce si fa spazio in crepe piccolissime per dar vita ad immagini con ombre e saranno le ombre a spiegare il senso vero della luce totalitaria e nessuno avrà paura .

I dannati avranno pace perché l’odio genera odio e atti di dolore altrui senza logica e senso , c’è malattia da curare se prima si comprende che siamo sani in una libertà che deve esserci . Ed è vero non si giustifica tutto, chi fa del male non ci sarà perché si smarrirà il senso di che sia farlo , poiché nella libertà non nasce la repressione e la voglia di potere mali incurabili che generano morte e dolore . Non sarà che il rispetto della vita a prevale e la libertà . 

Non sarà un immaginario a vivere ma l’immagine della vita e noi come in un quadro avremo un posto dove vivere nella gioia vera .

Lascia un commento

Ciò che sarà 

Questione di visione o questione di speranza , tutta la vita naviga in un pensiero con un bivio e poi … ci si perde .

Ciò che sarà dipende da noi , dal nostro pensare e dalla nostra giusta energia che mettiamo in modo corretto in ciò che facciamo . Una frase di rito ma che resta vera . Prima di perdersi e di restare appesi ad inutili speranze possiamo rivedere i nostri piani . Possiamo distruggerli andrebbe anche bene , tanto altri ne arriveranno alla nostra consapevolezza . Eppure in questa forza di gravità che ci lega piedi a terra e sguardo al cielo potremmo pur volare ogni tanto . 

Osservi ogni giorno te stesso e quello che vedi e ti chiedi : ma cosa stiamo facendo di buono ? Vogliamo essere spirituali , vogliamo essere concreti e Salvare il mondo e le persone eppure noi siamo i primi che si perdono . Un labirinto mentale senza fine pieno di giustificazioni assurde . Allora arrivi al punto da rivedere un po’ di cose e qua arriva la sensazione di cosa puoi fare . È una bella sensazione quando l’inverno gela punti caldi della vita e con calma agisci verso un nuovo percorso. Qua inizia la vita e qua inizia il viaggio con occhi nuovi e se potessi dare gli occhi miei per far vedere il cambiamento lo farei , non si può lo so e allora viaggio solo nelle mie idee nuove e nel mio mondo di sempre . Perché non cambiamo il mondo cambiamo le prospettive e tutto prima o poi avrà una giusta dimensione .

Ciò che sarà ? Sarà solo la guista cosa al momento giusto per le giuste persone che hanno osato spezzar catene in quella gabbia di parole sante per esorcizzare un inferno che piace un po’ a tutti, poiché nessuno conosce nulla senza scendere davvero in ogni stanza della vita al di là della vita stessa . E saremo beatificati in quel idillio un giorno prima o poi , nessuno sappia nulla perché chi sa tace e prega . E chi non prega agisce mette ali ad angeli senza temere di esser un po’ demoni , perché la magia non conosce orrore se non nel trasformismo di questo teatro immaginario , ed io sogno in questa commedia e mi scaldo all’inferno dalla nuvola di un paradiso mio . Poesia e ipocrisia si fondono e danni vita a sogni nuovi , liberi e puri perché non c’è paura più grande di pensare senza agire , di scendere senza salire e cadere e chi sogna davvero può tutto con ironia e mai teme davvero nel suo cuore . 

Lascia un commento

Complici 

Si cambia visione delle cose quando i fatti dimostrano la complicità di chi siamo .

Si arriva al punto di non ritorno ogni tanto nella vita perché quando finiscono le belle parole, le filosofie che non trovano spazio nei fatti , cominci in modo inequivocabile a cambiare . Vedi in modo cinico le cose ed è vero di perde qualcosa così , però qualcosa si acquista . L’esempio sta in questo lamentarsi e additare altri sempre e comunque . Facciamoci una sana domanda : cosa non funziona e perché ? 

Risposta : molte e troppe cose e siamo complici di questo . Perché non sta nelle belle parole la soluzione ma nei fatti più piccoli . Accettiamo e urliamo rendendoci complici di un sistema che settorizza la nostra vita sulla base del funzionare di ogni luogo. Perché sono persone che hanno scelto i muri del silenzio, i muri del sommerso , la precarietà per il poco senso degli altri e dove questo è meno esasperato si dimostra che si è scelto a monte un altro modo . Uscendo da un concetto anche se velato , che parla di lavoro e qualità di vita , quello che si evidenzia che non è il singolo a creare cambiamenti ma un pensiero collettivo . Fino a che non si arriverà a questo nei fatti quotidiani e nel pensare nulla cambierà . Credo che sia una tristezza non vedere un futuro o essere sottomessi da in idea . Chi pensa in modo diverso si salva anche se paga un prezzo , a questo punto la scelta è ardua a volte forse l’unica . Chissà …

Lascia un commento

Un viaggio per una esperienza 

Nella vita si hanno diverse facoltà e credo che il raccontarsi sia una opportunità , quella di far capire una part di noi al di là di quello che si possa esprimere . Ogni parte di noi diventa un punto di partenza o un punto di giudizio per qualcuno , non importa , quel che serve è esprimersi . 

Nella vita facciamo delle scelte , a volte il cuore muove in noi ogni nostra decisione , a volte la speranza si aggiunge a questo a rafforzare ciò che facciamo , eludendo la logica quasi a dimostrare che vogliamo essere una parte di noi e non la totalità di chi siamo . 

Un giorno mi sono starsferito a Roma da Bologna , credendo che io avessi la capacità di adattarmi e migliorarmi , cambiare la mia vita . Un viaggio del cambiamento , del rinnovarsi . Ho passato del tempo a organizzare questo migrare , ero assorto e non vedevo più ciò che mi circondava , come se ogni cosa avesse solo un senso . Io ero altrove e tutto mi sembrava spoglio. Credevo in me stesso, in quel che stavo facendo , nei miei valori e nelle mie capacità fatte dalla mia esperienza . Arrivai a Roma, città ricca di storia e piena di colori ,  tutta questa novità caricava in me l’entusiasmo di quello che era stato in mio intento di trasferirmi . Non avevo messo ragioni o considerazioni, avevo messo me stesso in mano al mio istinto . 

Ho sempre pensato che se credi nel tuo istinto hai già guadagnato la porta del successo in quel che fai , forse è vero , ma qualcosa dice ogni tanto che ti sei perso un passaggio . Hai visto la tua città Bologna e forse non hai mai visto davvero nulla. Proiettato Roma in questa città cubitale , città viva e ricca di movimento mi sono sentito un minuscolo punto in foglio di carta , come se navigassi in un mare senza terre per fermarsi , allora mi sono fermato io a riflettere , perché al di là dell’istinto arriva sempre a seguire una riflessione coerente , perché noi esseri umani ci muoviamo correndo e poi con la calma vediamo sempre dopo le cose . Tutto passa dell’energia del sorriso alla difficoltà , allora ti chiedi cosa succede , ti chiedi perché non hai la grinta , ti chiedi cosa c’è che non vada . Ogni nostra azione comporta una reazione interiore o esteriore , una presa a volte di coscienza e consapevolezza che ci mette a nudo , completamente spogli davanti alla verità . Siamo nati per fare esperienza questa è la ricchezza , siamo nati per capire chi siamo e quando stravolgi la tua vita lo comprendi vedendo in te cosa sei davvero . Roma si illumina della sua magia ogni giorno , piena di turisti e di gente sempre in movimento , ma questo dice anche dall’altra parte caos perché dove c’è tanta gente tutto è pieno in modo esponenziale . Per chi viene da una città a misura d’uomo come se un sarto ci cucisse addosso un abito ti ritrovi ad avere vestiti molto stretti o troppo larghi e ti vedi fuori luogo. Dopo la gioia arriva la difficoltà , questo esprime in noi il primo passo da affrontare , allora ci provi e metti l’intento , metti la tua capacità davanti alla difficoltà . Arriva sempre una informazione nuova dentro di noi , e cominci a riflettere su cosa hai lasciato partendo , e vedi come quello che reputavi un contorno di te era in verità il punto vero , il centro di un equilibrio di vita che non puoi ritrovare in un Luogo così diverso. Perché quello che spontaneamente hai creato in anni è il valore assoluto che ti ha reso ciò che sei , questo sgretola il senso del tuo viaggio e muove in te il senso dell’esperienza . Forse ci diamo per scontati e diamo per scontato troppe cose , ma anche gli amici quelli che da sempre sono con te non ci sono , sei partito pensando una cosa e poi comprendi il loro valore è quello che per loro sei , comprendi in quel che pensavi fosse noioso che in realtà era la pace calzata su misura per te. Vedi i lati di te stesso messi alla verità e vai in modo diretto a vedere con dei paragoni ciò che hai lasciato e ciò che hai trovato . Non giudichi ma osservi consapevolmente i tuoi limiti e i tuoi desideri veri , dove la gioia sia alla fine . Si potrebbe parlare di adattarsi , di un tempo per farlo , è vero . Ma esiste qualcosa che va oltre che si stampa su di te in modo perfetto ed è così che ti senti distante poi da ciò che stai vivendo , inizi ad essere sempre più concentrato sulla tua parte interiore che chiede qualcosa e non sulla parte oggettiva che stai vivendo , è una mancanza questa . In questo tuo vortice di pensieri alcuni diventano chiari e limpidi e comprendi ciò che hai lasciato , non serve nemmeno più paragonare dentro te , serve vedere al di là del presente un futuro come se fosse necessario per te . È vero forse ci sono persone che viaggiano ma avranno per sempre un solo luogo dove stare e che nonostante tutto come un richiamo dovranno sempre tornare in quel luogo perché , quando tutto è così non puoi nulla . C’è chi nasce per muoversi e sostare e chi per restare , ci sono viaggi e viaggi e viaggiatori di ogni sorta . Allora non ti senti sconfitto ma prendi il meglio di ogni esperienza , ogni ansia si dissolve e ogni paura se ne va , perché sei consapevole di chi sei o cosa vuoi , questo è bellissimo . Capisci che non sono le differenze di due luoghi ma sei tu che resti un viaggiatore con un unico luogo da restare ed è quello che più di ha dato il senso di muoverti , per farti poi capire il valore di quello che ti circonda e per inversamente farti specchiare nei tuoi lati da scoprire e come tale sei partito per cambiare la tua vita . Hai fatto esperienza e dato il giusto valore a quei tasselli che ora sono perfetti . Il senso del viaggio si è svelato ed è così che in te c’è calma adesso .

Lascia un commento

Potere

Si cercano molte cose nella vita , alcune forse non arriveranno mai e altre arriveranno . Al di là della consapevolezza , della verità , della ricerca interiore , che sono complementari in una crescita , credo nel potere . Il potere inteso come valutazione di noi stessi, come potere di scelta , come elevazione davanti a ciò che vogliamo cambiare . Potere è volere, libertà piena , assoluta . Perché se è vero che siamo sostanza in piani diversi : oggettivi e interiori , quelli oggettivi non vanno dimenticati , per non dimenticare chi siamo e cosa possiamo fare. Potere è trascendere il superfluo , trascendere gli abbagli, trascendere il nostro amore per noi stessi da quello riversato agli altri . Potere è essere intelligenti applicandosi e avendo la forza di sostenere le nostre idee davanti alle opposizioni . Potere è essere unici e irripetibili , forti davanti a chi ci giudica , ci sentenzia , crede di sapere di noi è immancabilmente confonde , crea il dubbio , crea il pretesto . Il potere è restare in piedi nonostante tutto e sapere chi siamo , osservando il tempo e creando il nostro futuro . Il potere non è un errore perché può sembrare un abuso , lo diventa davanti a chi vorrebbe ma non può , davanti a chi crede di sapere e resta ignorante , a chi vede il suo orticello e oltre a quello si perde qualche metro dopo .Allora il potere con grande umiltà e rispetto è qualcosa che crea e aiuta .