Lascia un commento

Crescere

C’è un punto dove la domanda apre alla vita , credere di crescere per non muoversi affatto.

La natura si muove in una danza , in un ritmo , tutto perfettamente scandito . Inalterabile , perfetto punto di riferimento .

Crescere è consapevolezza di ogni dolore , di ogni attimo di noi dove perdiamo qualcosa . In verità non perdiamo ma seminiamo un giardino meraviglioso . Che nel tempo e nel cuore mostrerà fiori meravigliosi .

Crescere è un atto di coraggio , nulla c’è di scontato , eppure tutti cercano la quercia solita anziché il bambù flessibile che mai si rompe .

Come vorrei creare il tempo , di un crescere senza fine di non temere mai il motore di un corpo destinato .

Eppure ogni cosa muore per far spazio ad un creare nuova vita . Libri da imparare senza fine ed è questa la liberazione .

Crescere per poter vedere la finestra della vita e se scorgi coraggio in te , osservi all infinito la vita .

Lascia un commento

L’attimo

Il valore è nella svolta non in ciò che ti ostini a seguire.

Segui ciò che è già nel passato e sai perché ? Se ti rende Colmo e ricco seguilo se ti svuota è nel remoto . La bellezza accade, il successo interiore è improvvisare alla chiamata inaspettata . La gioia è freschezza , è attimo , è qualcosa di molto presente . Eppure stiamo troppo attenti a non perdere il passato poiché la mente si fissa e tu segui un punto morto . Ci ostiniamo per impazienza e povertà interiore anziché cercare abbondanza e ricchezza nel cambiamento , servi di una paura che oscura l’amore divino che l’universo ci destina . Eppure potremmo seminare fiori bellissimi , invece di seguire l’impeto del fiume di parole che diciamo ad alibi , crediamo nostre , eleviamo . Eppure è tutto nel passato e cosa potrebbe mai fiorire nel passato se non il dolore e la povertà .

Lascia un commento

In te

In te mi risveglio ad ogni mia paura

Perché tu sei il porto di ogni mia fragilità

In te osservo ogni mio riflesso , ogni sagoma delle ombre allo svanire .

In te cresco nel mio invecchiare , traccia della mia gioventù vissuta in corsa .

Inesorabile questo mio tempo , frasi a rincorrersi , in te la grammatica corretta

Punteggiatura ordinata e mai ordinaria .

In te io osservo ciò che non so vedere in questa poesia fuori tempo e fuori moda.

Daniele Ribani

Lascia un commento

Il senso

C’è un senso che vola ogni volta ad ogni ora, c’è un senso dietro il pensare che a nascondino vuole giocare, eppure il senso è il sogno del mattino, dove luce e colore ti fanno sorridere per ore .

Trovare il senso non è immediato . Spesso è quel cercare che si ferma , si arrende e nonostante tutto non si sospende . È solo una mostra emozione che si ferma. Molto più sotto, dentro la pelle è vivo nelle ossa nulla si ferma . Abbiamo una ricerca costante , come un orologio di atomi di vita che non si ferma . Perdiamo orizzonti è più un tramonto ci illumina . In mezzo a tutto c’è un coraggio molto più grande : la resa .

Arrendersi non è perdersi , non è definirsi . Chi può definire o delineare una immensità ? Nessuno e nulla . Nella resa che il lievitare di una nuova vita che segnata da ogni nostra azione , si delinea un po’ alla volta . Allora il senso arriva, si avvicina , si nasconde un po’ e poi si mostra .

Tutti che cercano il senso della vita per poi perdersi in un enigma molto più semplice . Cercano lo spesso della carta senza scrivere impronte di se stessi e non nascondere la mani. C’è un orgoglio in ogni senso che brama vendetta ed è allora che la guerra inizia in noi . Eppure siamo in pace , di stare guerra siamo partecipi ? Di quella interiore che ci fa credere di arrivare ed essere e poi in tiepide parole ci droga e noi sopiamo in un mondo impalpabile . Invece in ogni nostra semplice azione di ogni giorno , nelle parole poco ricercate è in quella calma e pazienza il senso vuole mostrarsi . Che importa se credevamo e poi ritrattiamo . Non è il valore dell’uomo che non si sposta come lo scoglio ma il senso del mare che si muove . Crea onde e poi si placa, porta a riva ciò che si perde . È così semplice trovare un senso .

C’è una logica non mentale , priva di sistemi di calcolo e vive nel pazientare. Perché se nulla poi si perde , perché il senso delle cose non dovrebbe arrivare . Lo sovrastiamo per impazienza , lo eliminiamo per ottenere briciole . Lo allontaniamo perché poco responsabili di ciò che nei nostri “vorrei” teniamo in vita . Professori di parole e abili e poco consapevoli di vedere che noi non siamo tutto ma solo particelle in attesa di comporsi . C’è un piano migliore per noi, pazientiamo e non mettiamo sempre al centro di ogni cosa noi stessi, poiché siamo infinitamente così piccoli davanti alla vita . Eppure ostinazione della mente il senso è evanescente e noi diamo forza al nulla anziché dar forza al cambiamento .

Lascia un commento

Frase libera

Nessuno poteva vedere, osservare in quel vortice dopo le onde.

C’era lotta, conflitto, paura e passato . C’era ricerca di una verità che sfuggiva , un amore in movimento , un sentimento in conflitto dentro ad una emozione che urlava . Nessuno lo capiva , nessuno lo vedeva . C’era un senso più profondo delle parole , ed io l’avevo capito , reso mio è messo in quella calma per decifrare un segreto più grande .

Lascia un commento

Rifletti

Se restiamo ancorati alle idee che abbiamo , che vengono condivise per comodo , sostenute per uguaglianza , siamo un limite dentro ad un ego che si nutre di consensi mediocri. Oltre a ciò che pensiamo c’è il margine di crescita vera, che discrea l’alibi che ci rende fermi e identici da sempre . Siamo fiumi di parole che devono trovare riscontro e non sappiamo essere azioni che trovano fatti. Eppure , come se nulla fosse , in ogni nostra giustificazione , in ogni nostra pretesa, in ogni nostra ideologia ombelicale, non siamo che fermi, solo fermi a quel porto che mai ci mostrerà la libertà assoluta , la profondità che nella dignità di chi si mette in gioco illumina ogni suo passo, anche se inciampasse nel suo camminare avrebbe mostrato quel profondo senso di vita che ormai svanisce in quel mondo giustificato è comodo fatto di paure che noi sosteniamo inconsapevolmente.

Lascia un commento

La totalità

Abbiamo sempre visto l’amore e mai l’abbiamo colto davvero .

Credo che ci sia un giorno , forse quando meno ce l’aspettiamo che l’amore si manifesta . Credo perché tutti abbiamo diritto a sentirci a casa anche se ogni luogo è lontano e ogni nostro ricordo vive nella nostra mente . Possiamo avere il desiderio di muoverci in ciò che era, vicino a i nostri affetti. Ma quando ami forte sei a casa solo con quella persona che , nonostante non sia il luogo e la nostra intima sensazione di famiglia originale . A volte accade questo succeda, nonostante abbiamo già avuto il coraggio di amare esiste un qualcosa che ci spinge oltre , non lo controlli in certi momenti e di certo come un mare il tempesta non lo domini . Eppure anche se ogni tanto la sua forza di butta a terra quasi ad annullare ogni cosa lo vivi . C’è una intensità in tutto questo così grande che ogni differenza nel tempo diventa un punto in un foglio bianco e che mai si espande a coprire quel colore candido che solo il bianco sa trasmettere. Certo ci vuole un cuore forte è un po’ folle per vivere qualcosa che prima ti stravolge e poi ti fa capire .

Vogliamo poter controllare ogni cosa e l’amore non è mai escluso , vorremo che fosse così ma in realtà poche e rare volte accade . Ebbene quando accade in noi si manifesta una delle esperienze più grandi e più intense . Perché in certi amori annulli un po’ di quelle paure che ti hanno reso un calcolo di una matematica che rilassa la mente . Non funziona così in verità , ci sono pochi calcoli davanti a quell’amore che ti lega in modo così cellulare a qualcuno . E dopo molte onde che offuscano ogni ragione anche in esso c’è un equilibrio , forse arriva dopo e in quel dopo quanti colpi devi resistere e quante volte non sai fermare l’impeto . Certo non c’è mai un mondo perfetto , ci siamo noi in frammenti sparsi che cerchiamo un pezzo alla volta di ricomporlo. Ci sono attimi che ogni nostra vita passata vuole emergere per fermare ciò che potrebbe essere , eppure andiamo avanti senza mai tornare indietro . A volte è strano questo insieme di vortici di vita in questo amore eppure impariamo a danzarci dentro , perché in un mondo che cerca sempre tutto immediatamente certi passi di ballo richiedono una certa pazienza interiore . Si usciamo da molti canoni e regole in questo nostro esistere proprio perché alla fine ci sono unicità che non vivono nella nostra mente ma in un cuore che ama a volte senza riserve .